Guidare negli USA

Ritratto di Staff


Questa pagina è utile a chi non ha mai avuto esperienza di guida negli USA e serve un pochino a sfatare quel timore reverenziale di confrontarsi con le highway americane, larghissime autostrade a 5 o 6 corsie per senso di marcia. Ci siamo passati tutti in questo timore più che giustificato, timore che dopo un paio di minuti di ambientamento alla guida sparisce letteralmente, trasformando la guida sulle strade americane un esperienza piacevole, per nulla stancante.


Come ben sappiamo le auto americane a noleggio sono tutte dotate di cambio automatico, con una leva a 6 comandi, che funzionano diversamente rispetto al nostro cambio a 5/6 marce, per cui si hanno i seguenti comandi:

P (parking) è la marcia che si inserisce una volta parcheggiato il veicolo e la si lascia inserita quindi anche quando si spegne il motore, si tirano fuori le chiavi e la si chiude (non si riescono ad estrarre se la macchina non ha questa marcia inserita);

N (folle) penso che non ci siano commenti da fare su questo comando;

R (retromarcia) , fate attenzione che con la retro inserita, la macchina si muove anche senza l’uso dell’acceleratore, per cui, se volete inserire la R e stare fermi tenete il piede sul freno.

D (Drive) è la marcia con cui normalmente si guida (marcia inserita), la macchina anche in questo caso si muove anche senza l’uso dell’acceleratore.

1 – è una marcia di tipo ridotta che serve per avere maggior spunto nelle salite ripide;

2 – è anche questa una marcia ridotta, da usare per avere più ripresa per qualsiasi salita non ripida;

Per accendere il vostro veicolo dovrete posizionare dapprima il cambio sulla posizione P, a questo punto la chiave gira e l’auto s’accende, allo stesso modo rimettete su P nel momento stesso che vi fermate e spegnete il motore. Per spostare il selettore da una posizione all’altra, bisogna schiacciare un apposito pulsante posto sul cambio.

Adesso che avete preso confidenza con il cambio automatico, qualche consiglio pratico di guida.

Durante la marcia tenete sempre inserita la marcia D, pure quando siete fermi al semaforo, in questo caso tenete il piede sul freno e la macchina non si muove. Allo scattare del verde, basta lasciare andare il freno lentamente e la macchina si muove, a questo punto schiacciate sull’acceleratore e continuate nel vostro viaggio!!

L’acceleratore si usa in maniera diversa che col cambio manuale, noi dosiamo l’accelerata, in America lo si spinge subito fino in fondo, tanto è l’elettronica del motore che dosa i giri al minuto..

Nella fase di parcheggio, un consiglio, è quello di usare solo il freno per effettuare i piccoli spostamenti, tanto la macchina si muove lo stesso.

Tutte le macchine sono dotata di sistema d’aiuto alla guida, per cui troverete l'auto a noleggio dotata di “Cruise Control” ovvero controllo della velocità di crociera. Secondo me è una cosa fondamentale non solo in America, soprattutto se si guida sulle lunghe highways, sempre dritte. Nel momento stesso che voi volete inserire questo comando, schiacciate il bottone (si trova quasi sempre sul volante) e da quel momento l’auto mantiene sempre la velocità a cui stavate andando. Quindi potete lasciare l’acceleratore e la macchina va da sola, se volete disinserire il cruise control, basta frenare.

 

Qualche regola di comportamento e qualche richiamo al codice della strada.

Le cinture di sicurezza sono obbligatorie per tutti i passeggeri, e in molti casi, le macchine non s’accendono se non si indossa la cintura di sicurezza.

Per quello che riguarda i limiti di velocità, sulle Freeways e Interstate il limite varia da 55 a 65 miglia (90-100 km/h), mentre nelle città il limite oscilla tra le 25 e le 35 miglia orarie (circa 45-50 km/h).

Mi sembra scontato dire che sui limiti di velocità la Polizia è intransigente e le multe salatissime. Le strade sono sempre pattugliate e in molti casi utilizzano sistemi laser per rilevare le velocità, aiutandosi anche con mezzi aerei (con il radar). Sempre la contravvenzione viene sancita al momento, con la macchina della polizia che vi insegue e vi invita ad accostare.

Bisogna avere anche cura nel parcheggiare l’auto, quasi tutti i parcheggi sono a pagamento, altri riservati ai soli residenti, e funzionano col classico parchimetro che va a monetine. Nelle grandi metropoli esistono parcheggi multipiano, ovviamente più cari, ma a volta necessari per posteggiare. La rimozione forzata, nel caso non si rispettino queste regole è pressoché immediata.

Alcolici in auto: continuando sul filone del rispetto delle regole ferree, avere a bordo una bottiglia di alcolici aperta, significa che state guidando in stato d’ebbrezza, anche se a bere la birra è un vostro passeggero. E’ comunque possibile avere a bordo delle bottiglie di alcolici, basti pensare a quando si rientra dal supermarket, ma queste devono stare nel bagagliaio e rigorosamente chiuse! In questi casi oltre alla multa è previsto l’arresto, comunque vi portano alla stazione di polizia e vi trattengono per accertare la vostra presunta ubriachezza, meglio quindi non scherzare.

 

Ma veniamo ora alla segnaletica stradale. Questo non è un corso di guida, ma qualche consiglio è sempre utile.

La prima cosa da imparare, sia che si gira a piedi, che in macchina, è di familiarizzare con i segni cardinali, North, South, East e West, tutte le strade riportano nella loro dicitura anche la direzione, quindi ci occorre sapere se dobbiamo prendere la tale autostrada in direzione North o South ad esempio!

Il sistema autostradale americano, risalente al 1956 (insomma quello che ha mandato in pensione la route 66), prevede la presenza di una rete capillare, sul modello delle Autobahn tedesche, di ampie autostrade che collegano tra di loro stati differenti. Queste autostrade sono definite Interstate e sono indicate in mappa dalla lettera "I" seguita da una numerazione (da uno a tre cifre). Quasi tutte le Interstate sono rappresentate da una numerazione a doppia cifra (fanno esclusione le I-4, la I-5 e la I-8), ma si possono anche trovare Interstate con numerazione a 3 cifre (es. I-278), queste rappresentano delle diramazioni. Il criterio di numerazione non è casuale e segue una logica geografica. Le autostrade che vanno da nord a sud e viceversa hanno tutte numerazione dispari (ed incrementano da ovest verso est); le arterie autostradali che vanno da est ad ovest e viceversa hanno numerazione pari, crescente da sud verso nord.. Le Interstate multiplo di 5 sono le strade principali del paese.

Le diramazioni, identificate quindi da numeri a 3 cifre, si dividono in due categorie a seconda che siano raccordi atuostradali (spur routes) o varianti autostradali (loop routes). In tutte e due i casi le ultime due cifre, sono le stessa della Interstate da cui si diramano, cambia quindi solo la prima cifra, che è pari se si tratta di una variante austradale e dispari si si tratta di un raccordo. Esempio pratico, se siete sulla I-355, siete sul raccordo autostradale che dalla Interstate 55 conduce alla viabilità secondaria/ordinaria. Se siete sulla I-278, in realtà vi trovate su una variante (che non è altro che un tratto alternativo della stessa strada che successivamente si ricongiunge all'austrada principale) della Intestate 78.

Oltre a queste grandi arterie, esiste una rete stradale fatta di freeways a livello statale, di importanza man mano decrescente, paragonabili alle nostre strade statali e provinciali, oltre che una rete di arterie locali. Per avere un idea della cartellonistica delle principali strade americane, su Wikipedia è possibile trovare un esaustiva carrellata di segnali.

Le intersezioni, o gli svincoli, con altre autostrade o strade di una certa importanza sono segnalate da un apposito cartello (Junction)

Esempio di Interstate

Esempio di strada statale

 

Le uscite delle autostrade sono in genere numerate in ordine progressivo, per cui è importantissimo sapere fin dalla partenza il numero della vostra uscita. Molti hotel, ma anche le diverse attrazioni portano nel loro indirizzo anche in numero dell’uscita.

Non tutti sanno che al semaforo si può svoltare a destra col rosso. In pratica si arriva al semaforo, si prende la corsia della svolta a destra, ci si ferma per osservare e dare la precedenza a chi arriva da sinistra e ai pedoni e poi, appena c’è strada libera si può transitare! Questo discorso non vale se sul semaforo compare il cartello con la seguente scritta NO TURN ON RED.

Nella svolta a sinistra, ai semafori, potete trovare un cartello che indica LEFT TURN YELD ON GREEN, (yeld significa precedenza) indica che per svoltare dovrete dare la precedenza a chi arriva in senso opposto.

Esistono semafori che consentono la svolta solo in presenza della freccia verde (come capita anche da noi) e sono quelli caratterizzati dalla scritta LEFT ON GREEN ARROW ONLY

Vi capiterà spesso di imbattervi in incroci a 4 stop, capita ad esempio se attraversate i quartieri residenziali, strade secondarie. Chi passa?? Semplice, chi primo arriva passa, vige la regola dell’ordine di arrivo all’incrocio, ovviamente bisogna sempre fermarsi allo stop!

A proposito di STOP, il segnale è molto più diffuso rispetto a quello di precedenza, quando si arriva in prossimità di un incrocio ci si deve letteralmente fermare anche se dall'altra parte non sta arrivando nessuno. Se la macchina non è completamente arrestata prima del segnale, la multa è assicurata.

Un cartello rettangolare con la scritta Speed Limit indica il valore della velocità da rispettare, mentre altri cartelli raffiguranti un rombo, individuano corsie destinate a determinate categorie di veicoli. Ad esempio, le corsie per le biciclette, sono contraddistinte da questo simbolo a rombo e dall’immagine della bici. Oltre che su cartelli in verticale, troverete questa segnaletica anche a terra.

Molto spesso troverete lungo le highways l’immagine di questo rombo associata alla scritta CARPOOL ONLY e delimitato a terra da una riga gialla. Queste sono corsie riservate alle auto collettive, sono generalmente corsie più scorrevoli. L’intento è quello di convincere gli americani a non andare in giro da soli e quindi ad inquinare di meno. Il cartello indica il numero minimo di persone che devono essere a bordo, affinché la vostra auto sia considerata un Car Pool.

Per finire i cartelli gialli di forma quadrata inclinati sono cartelli di pericolo, possono riguardare presenza di lavori in corso, strettoie e più in generale pericoli derivanti dall’attraversamento di animali, dalle semplici mucche fino agli alligatori della Florida!!

Le immagini sono tratte dal sito, U.s. Markers proprieta riservata

 

Continua >>

Share/Save